REGISTRATI   LOG IN
twitter google+ rss
  Home | Chi sono | Leggere Orme | Contatti | Plugin | Help |
  sito di Cultura Economica
 
 

Categorie > Tutti i post | Cultura | Economia | Politica | Comunicazioni

 
stampa Stanno rubando i nostri soldi

convention.png

Cari amici del blog, di seguito potete prendere visione del video promo riguardante l'evento di Bologna per il Contante Libero. Come già sapete, i blogger del movimento, sorto il 3 gennaio 2013, con l’obiettivo di sostenere il libero uso del denaro contante, terranno il giorno 10 febbraio, dalle ore 14.00 alle ore 19.00, presso lo ZanHotel, Via Saliceto n. 8 Bentivoglio (Bologna), la grande  Convention per il Contante Libero, per questo evento sono a disposizione 1001 posti a sedere.

Posso anticiparvi che interverranno i seguenti blogger:

Pasquale Marinelli www.pasqualemarinelli.com

Paolo Rebuffo www.rischiocalcolato.it

Francesco Carbone www.usemlab.com

Felice Capretta www.clubcapretta.it

Stefano Bassi www.ilgrandebluff.info

Paolo Barrai www.ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.it

Fabio Pupulin www.fabiopupulin.blogspot.it

Leonardo Facco www.movimentolibertario.it

Roberto Gorini www.robertogorini.it

Il programma completo verrà pubblicato nei prossimi giorni. L’evento è gratuito e per prenotarvi dovete mandare una mail a contanteliberobologna@ gmail.com, indicando:

- NOME 

- COGNOME

- RECAPITO TELEFONICO

- BLOG DI RIFERIMENTO: Il Blog di Pasquale Marinelli (www.pasqualemarinelli.com)

Ci vediamo a Bologna. Pasquale







2 Commenti
Postato il 31/01/2013 da Pasquale Marinelli nella categoria Economia


pasquale [10/02/2013 13:46] scrive:
secondo me esiste una pigrizia generalizzata che non rende, la maggior parte della gente, persone con una propria capacità critica.. forse è necessario un forte shock
antonio [10/02/2013 03:29] scrive:
Avevo già capito da solo che limitare l'uso del contante è un enorme vantaggio dato alle banche.L'obbligatorietà dell'uso delle carte di credito ci porterà alla continua evoluzione delle spese baancarie a cui non potremo sottrarci,come già è avvenuto per le assicurazionidivenute nel tempo obbligatorie.Non mi spego però come i cittadini pdiano credito ai partiti (PD)che manifestano tali intenzioni!
Inserisci un commento

Nome:
E-mail: (facoltativo)



Digitare i seguenti caratteri:
Security Image


| Dimenticami

Cliccando su "Inserire il commento" dichiari automaticamente di aver preso visione della nota informativa sulla Privacy e dai il consenso al trattamento dei dati.
Content Management Powered by CuteNews

 

Cerca sul Blog

Ricerca avanzata

Iscriviti alla Newsletter del Blog

 

Inserisci il tuo indirizzo Email:



Vorrei ricevere informazioni circa:
Tutto
Cultura
Economia
Leggere Orme
Politica

Cliccando su "Vai" dichiari automaticamente di aver preso visione della nota informativa sulla Privacy e dai il consenso al trattamento dei dati.


 

Ultimi Commenti
 
pasquale [24/05/2015] scrive: per Marco: è vero, nell'apparato di stato vi sono anche persone oneste (ne conosco alcune). Nella politica ancora meno. Purtroppo sono troppo cinico per non credere che quelle persone oneste contribuiscano comunque, anche se in buona (buonissima) fede, ad un sistema di stato sempre più VIOLENTO nei confronti delle libertà fondamentali del singolo individuo. Vai al post

pasquale [24/05/2015] scrive: per Marat: grazie mille per la citazione di Aristotele sulle comunità politiche; ciò che ha detto in merito dovrebbe ispirare la ricerca di un disegno di società alternativo a quello attuale. Vai al post

Marco Dal Prà [23/05/2015] scrive: Carissimo Pasquale,
lo stato non è una entità astratta. Lo stato non è una macchina che si muove in modo assoluto. E' un sistema fatto di persone che spesso pensano solo ai propri interessi personali. Non esiste uno stato che ordisce contro i cittadini per soggiogarli. Esistono persone piccole che pur di arrivare ai loro scopi sono pronte a tutto.
Ma quando voti puoi votare anche persone oneste. E' difficile trovarle ma ci sono. Ma l'elettore medio e' prigro e non ha voglia di cercarla nè di espreimere la preferenza. Vai al post

Marat [23/05/2015] scrive: Fino a che punto siamo povere vittime dei nostri governi? E fino a che punto invece ce li siamo costruiti?
Non c'è buon governo senza prima buoni cittadini, attenti, educati e consapevoli. In Italia, la vedo dura... Ma l'Islanda ha molto da insegnarci: lì lo Stato se lo sono ripreso in mano i cittadini, cacciando gli usurpatori (=banche). E' più facile quando le realtà plitiche sono piccole, anche territorialmente. Il nostro è un paese grande e complesso. Forse dovremmo arrenderci al fatto che, come Aristotele insegnava, le comunità politiche dovrebbero essere di modesta dimensione, altrimenti il potere sfugge a ogni ragionevole ed effettivo meccanismo di controllo.

Saluti a questo bellissimo blog, che come sempre propone tematiche e riflessioni di grande interesse. Vai al post

Giovanni Tomei [23/05/2015] scrive: Viene voglia di conoscerti e parlare a lungo di "qualcosa" in una serata di tarda primavera, o alle soglie dell'autunno, alla brezza leggera della sera che conquista il tramonto. Che la buona vita sia con te. Potresti mandarmi un indirizzo buono per vedere il video che indichi per "La Grande Bellezza" che risulta non più online? Vai al post

Le Battaglie del Blog

 

Contante Libero

 

I Portali del Blog

 

Ultimi post inseriti:

Un misuratore di dolore
Che forma ha l'amore?
I nostri eroi

Link Amici
 
Segui il blog:
EconoMia & Finanza
LunarPages.com
CutePHP.com
Altervista.org
Histats.com
OkNotizie.Alice.it
Segnalo.Alice.it
Fai.Informazione.it
RischioCalcolato.it
WallStreetItalia.com
Trend-OnLine.com
Facebook/Bloggeritalia
BorsaWeb.altervista.org
ContanteLibero.it
 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
Liquida 
Aggregatore 
Blog Directory 
http://www.wikio.it 
 

 

© 2008-2015 MarneviBlog 1.5 by Pasquale Marinelli - Tutti i diritti sono riservati | Designed by Pasquale Marinelli | Diffusione dei contenuti | Privacy |
loghi creati il 24/04/2011 | ® registrati il 06/06/2011 | pubblicati il 06/06/2011 | Autore: Pasquale Marinelli | © Titolare del copyright: Pasquale Marinelli | Limiti di utilizzo

 

facebook